Blog

Migliore scopa a vapore 2019

La scopa a vapore è un’invenzione abbastanza recente, ma nonostante la sua giovane età, è già uno degli elettrodomestici più apprezzati per la cura dei pavimenti. Perché non solo fa risparmiare soldi, eliminando definitivamente l’acquisto dei costosi detersivi, ma anche perché consente una perfetta igienizzazione delle superfici calpestabili. Se sei alla ricerca della migliore scopa a vapore, ma non sai quale scegliere, allora ti basta leggere la nostra guida. Prima di acquistare una scopa qualsiasi, infatti, devi conoscere le sue caratteristiche, solo in questo modo potrai decidere il modello più adatto alle tue esigenze.

PRODOTTO Capacità Wattaggio VALUTAZIONE VEDERE IL PRODOTTO
0,4 l 1500 W VEDI PREZZI
0,8 l 500 W VEDI PREZZI
0,7 l 1700 W VEDI PREZZI
0,25 l 1500 W VEDI PREZZI
0,5 l 1600 W VEDI PREZZI
0,5 l 1500 W VEDI PREZZI
0,35 l 1600 W VEDI PREZZI
0,35 l 1500 W VEDI PREZZI
0,5 l 1500 W VEDI PREZZI
0,35 l 1200 W VEDI PREZZI

Come scegliere la scopa a vapore H2O

La prima caratteristica da prendere in considerazione, è quella che concerne le prestazioni offerte dalla scopa vapore. La cosa che t’interessa sapere principalmente, è a quali temperature è in grado di lavorare e se queste siano regolabili, in modo da adattare il getto di vapore a varie superfici e pavimenti. Ma partiamo dall’inizio e vediamo una per una, tutte le caratteristiche che possono influenzare le prestazioni della scopa vapore.

  • scopa a vaporePotenza: questo fattore è importante per un motivo in particolare, da essa dipende la velocità con cui l’acqua presente dentro al serbatoio della scopa, raggiunge la temperatura prestabilita, necessaria per erogare il vapore desiderati e quindi determina i tempi di attesa, prima di poter iniziare le operazioni di pulizia. La migliore scopa a vapore in commercio, può raggiungere anche i 1600 Watt di potenza, ma quelle più economiche e meno potenti partono da 800 Watt. Tra le due potenze appena citate, la differenza in termini di tempi di attesa, è notevole. Ad esempio, con 1600 Watt, si può scaldare mezzo litro di acqua in appena 15 secondi, mentre con 800 Watt ci vorrebbe circa un minuto.
  • Temperature: è fondamentale capire quale temperatura possa raggiungere la scopa a vapore H2O. Per essere realmente efficace, la migliore scopa a vapore dovrebbe raggiungere i 120°C. Le scope che arrivano al massimo a 100°C, invece, possono richiedere qualche passata in più per rimuovere lo sporco efficacemente.
  • Emissione: non va sottovalutata nemmeno la possibilità di regolare la potenza del getto di vapore. Da questa funzione, infatti, può dipendere il fatto di poter o meno utilizzare la scopa a vapore anche su superfici delicate. Le scope che non prevedono la regolazione del getto di vapore, sono indicate per pavimenti in ceramica, pietra, duri, moquette e tappeti.

Il fattore Acqua

Prima dell’acquisto di una qualsiasi scopa a vapore, è importante valutare la gestione dell’acqua da parte dell’elettrodomestico. Si fa riferimento soprattutto alla capacità del suo serbatoio, che è collegata direttamente alla durata dell’utilizzo dell’apparecchio, prima di dover interrompere il lavoro, per eseguire il rabbocco dell’acqua. Tutto questo, in relazione alla presenza o meno di filtri per l’acqua, o altri sistemi di filtraggio, che limitano la formazione di calcare e contribuiscono a mantenere la scopa a vapore H2O sempre in ottime condizioni.

Capacità della scopa a vapore

Come accennato in precedenza, da questo fattore dipende per quanto tempo è possibile utilizzare l’apparecchio, prima di fermarsi a per il rabbocco dell’acqua. Sottolineo il fatto, che le scope a vapore moderne, a differenza della passata generazione, possono essere rabboccate “al vole”, ossia senza dover aspettare che il serbatoio si raffreddi o che ci sia una diminuzione della pressione. Da considerare che la maggior parte dei modelli economici in commercio, dispongono di serbatoi piuttosto limitati (350 ml), mentre quelli migliori arrivano fino a 500 ml. Va detto comunque, che per 100 metri quadri di casa, basta un serbatoio da circa 400 ml.

Sistema anti-calcare

Per garantire una lunga durata nel tempo e semplificare le operazioni di manutenzione, è necessario che la scopa a vapore H2O HD disponga di un ottimo sistema anti-calcare. Col passare del tempo, infatti, l’accumulo di calcare può ostruire la corretta erogazione di vapore. È un po’ quello che succede con il sifone della doccia. Quando tutti i fori si ostruiscono di calcare, l’acqua non riesce più ad uscire. I filtri montati sulle scope a vapore, possono essere di due tipi: sostituibili o permanenti. Questi ultimi, sono chiaramente più comodi ed economici. Tuttavia, se si conosce il grado di durezza dell’acqua di casa, si riesce anche a capire con quale frequenza bisogna pulire o sostituire il filtro, prima che sia troppo pieno di calcare. Dalla regolare e corretta manutenzione della scopa vapore, dipenderà il suo corretto funzionamento negli anni a venire. Infine, se l’acqua erogata dal proprio acquedotto fosse estremamente calcarea, si può ricorrere anche all’utilizzo di acqua distillata.

Il serbatoio per il detersivo

scopa vaporeIn precedenza, abbiamo detto che la scopa a vapore è un elettrodomestico molto apprezzato dalle casalinghe, anche perché elimina l’acquisto dei detersivi. Tuttavia, non tutti sono convinti di lavare i pavimenti solo con la forza del vapore, per cui alcune case produttrici hanno pensato di aggiungere un piccolo serbatoio per il detersivo lava-pavimenti. Questo, nella maggior parte dei casi, viene accostato anche a quelle scope a vapore, che non sono in grado di raggiungere temperature particolarmente elevate. Così, l’azione del detersivo, assieme a quella del vapore, migliora il risultato finale.

Gli accessori per la scopa a vapore

Sono molto importanti anche gli accessori in dotazione alla migliore scopa a vapore H2O HD. In modo particolare, se la volessi utilizzare non solo per i pavimenti, ma anche per la pulizia di finestre, tende, moquette e tappeti. Alcuni apparecchi poi, piuttosto versatili, consentono di estrarre il serbatoio dell’acqua, per poterlo utilizzare con una bocchetta o un tubo flessibile e pulire le superfici più alte. Vediamo insieme quali possono essere gli accessori più comuni in dotazione ad una scopa vapore:

  • Panno di ricambio – Ormai qualsiasi scopa a vapore H2O in commercio, è fornita almeno di un paio di panni di ricambio. Sono panni realizzati in microfibra, che possono essere riutilizzati più volte e lavati semplicemente in lavatrice;
  • Accessorio per i tappeti – Si tratta di un altro accessorio molto comune per la maggior parte delle scope a vapore. Non è altro che un pezzo di plastica, che consente alla scopa di scorrere in maniera perfetta anche su moquette e tappeti;
  • Dosatore per il serbatoio dell’acqua – Accessorio abbastanza comune, quanto utile. Si tratta di un piccolo dosatore di plastica, in cui inserire l’acqua per il rabbocco del serbatoio. Generalmente, è indicata la quantità di acqua massima che è possibile versare nel serbatoio della scopa.

A parte quelli appena elencati, le scope a vapore sono dotate di alcuni accessori aggiuntivi, che possono ampliare il loro campo di utilizzo, come: tubi telescopici, tubi flessibili, panni ravviva-tessuti, spazzole per i vetri, spazzole tonde e concentratori di vapore.

La struttura

Prima di procedere con l’acquisto della scopa a vapore, è bene prendere in considerazione anche la sua struttura, in riferimento anche alle dimensioni dell’appartamento. Va ricordato, infatti, che tutte le scope a vapore sono alimentate a corrente e quindi la lunghezza del cavo diventa determinante in termini di libertà di movimento. Una scopa a vapore con il cavo troppo corto in stanze molto grandi, ti obbligherà a cambiare presa spesso e volentieri, con ulteriore perdita di tempo. Generalmente, la lunghezza del cavo di una migliore scopa a vapore, va dai 5 agli 8 metri. Una misura intermedia dovrebbe essere l’ideale per la maggior parte delle persone. Oltre alla lunghezza del cavo, va considerato anche il peso dell’apparecchio. I modelli più economici e leggeri, dotati di serbatoio piccolo per l’acqua, può pesare circa 2 kg. Mentre quelli più grandi e capienti, possono arrivare anche a 4kg. Le dimensioni dell’elettrodomestico, invece, vanno prese in considerazione solo per chi ha problemi di spazio in casa o non desidera portarsi dietro o sulle scale, apparecchi troppo ingombranti.

Facilità di utilizzo

scopa a vapore h2o

Il design di una scopa a vapore, può nascondere tanti piccoli dettagli, che ne facilitano il suo utilizzo. Ad esempio, la possibilità di restare in posizione verticale da sola, senza doverla appoggiare ad alcun mobile, certe volte torna davvero utile. Una delle caratteristiche che non dovrebbero mai mancare, è la possibilità di regolare l’altezza della scopa, in questo modo chiunque la potrà utilizzare comodamente, senza assumere posizioni scomode. Altro aspetto importante, è il tipo d’impugnatura. Se ergonomica, è possibile utilizzare la scopa più tempo, senza stancarsi. Molto interessante, è anche la possibilità di avere una testa altamente snodabile. Grazie a questa caratteristica, infatti, si può pulire la casa e ogni suo angolo in maniera più semplice e veloce. Infine, anche la possibilità di rimuovere o meno il serbatoio dell’acqua diventa molto importante. Se non fosse possibile, infatti, allora saremo costretti a spostarci con tutto l’ambaradan, solo per poterla riempire ogni volta. Funzioni accessorie, come lo spegnimento automatico, possono essere molto utili per le persone più distratte!

E il prezzo?

La scopa a vapore H2O si divide in tre fasce di prezzo:

  • Fascia bassa: serbatoio fisso di circa 300 ml e nessun accessorio, prezzo che si aggira attorno ai 50€; Fascia media: serbatoio rimovibile di circa 400 ml, qualche accessorio, prezzo compreso tra 50 e 100€;
  • Fascia alta: serbatoio rimovibile di circa 500 ml, molti accessori, utilizzabile anche in modalità “manuale” con bocchetta separata e prezzo superiore ai 100€.